Tromba e Trombone


LUCA BEGONIA

 

Polistrumentista (suona trombone, tromba, flicorno e pianoforte) è diplomato in trombone. Giovanissimo partecipa ad una delle prime edizioni del festival jazz di Villa Imperiale a Genova in un gruppo orchestrale diretto da E. Rava.

 

1985: è primo trombone nella big band di R. Charles, è solista ospite a Siena Jazz e con l'orchestra ritmica della RAI di Milano.

 

1987: entra nella big band di G. Basso con cui si esibisce in innumerevoli concerti in tutta Italia, nella New Forties Big Band - attivissima orchestra milanese - e suona nella big band di Barga Jazz diretta da B. Tommaso, con la quale inciderà un disco e parteciperà al festival internazionale del Jazz di Parigi.

 

1990: è primo classificato per il trombone al concorso internazionale per giovani solisti emergenti di jazz, organizzato dalla RAI e dalla Yves Saint Laurent, e si esibisce sotto la direzione di J. Newton in un concerto trasmesso in tutta Europa.

 

1992: è primo trombone nella big band che accompagna N. Cole e si esibisce con S. Bassey.

 

1993: fonda il primo gruppo a suo nome, il Vocabone Quartet, partecipando anche a festival internazionali.

 

1994: entra nel gruppo Swingsuite Quintet con cui avrà un'intensissima attività concertistica e discografica.

 

1996: con il suddetto gruppo, incide con C. Terry, e con la formazione Ensemble Mobile partecipa alla prima esecuzione mondiale dell'opera di G. Gaslini " Jelly's back in town ", diretta dall'autore.

 

1997: con la stessa formazione partecipa a vari festival con un progetto dedicato a J. Coltrane. nello stesso anno fa un breve tour con C. Terry per la presentazione del disco ed è primo trombone nella Valtellina Jazz Festival Big Band (con J. Bergonzi, H. Crook, J. Diorio, M. Goodrick, D. Santoro ecc.).

 

1998: con il Trio Jazz Fantasy, fa un breve tour con F. Ambrosetti e S. Satta e registra per la RAI. Inoltre si esibisce al Blue Note di New York con C. Terry. Rientrato in Italia registra un secondo disco con lo stesso e fa un tour in tutta Italia. Successivamente riprende anche la sua attività di musicista classico. Suona con G. Barbieri, E. Rava e l'Orchestra Filarmonica Giovanile della Scala in un progetto di P. Silvestri dedicato a G. Gershwin.

 

1999: si esibisce in duo con E. Higgins al Piccolo Regio di Torino, con C. Fontana a Las Vegas, con C. Fontana e C. Candoli in Italia, con C. Fontana e R. Sutton al Marian's Jazzroom di Berna. Si esibisce ed incide con S. Hampton come membro dell'orchestra di G. Basso e con D. Glasser.

 

2000: partecipa ad Umbria Jazz con il progetto di P. Silvestri dedicato a L. Battisti che vede protagonisti G. Tommaso, E. Rava, R. Gatto, S. Bollani, R. Cecchetto. Si esibisce inoltre con C. Fontana e S. Hampton in vari festival jazz internazionali. Incide e si esibisce con J. Lovano e T.L. Carrington come membro del quintetto di G. Tommaso.

 

2001: esegue la rilettura jazzistica di "Rugantino", ultima fatica discografica di R. Gatto, è in tour, in anteprima nazionale, con B. Watrous, vincitore per sette volte del referendum di Down Beat come miglior trombonista al mondo. Con il quintetto di G. Tommaso partecipa alla grande maratona concertistica al Teatro dell'Opera di Roma, che ospita il jazz per la seconda volta nella sua storia, e ad Umbria Jazz Winter.

 

2002: partecipa al festival jazz di Ivrea con il progetto "Jay and Kai tribute" con R. Rossi, alla rassegna orvietana, al festival jazz di Corinaldo e all'Heineken Jazz Festival di Porto Rico con G. Tommaso, dopo un intenso periodo di collaborazioni RAI. Partecipa inoltre alla riapertura del Teatro Alfieri di Asti con la Gianni Basso Big Band, ospite B. Bailey.

 

2003: è al Piccolo Regio di Torino con la formazione di G. Tommaso in seno alla rassegna Linguaggi Jazz, al festival di Torre del Lago e alla rassegna jazz di Villa Celimontana a Roma. Incide con L. Konitz e la Bansigu Big Band e con loro si esibisce in diversi concerti sul territorio nazionale. Per Massimo Nunzi incide " Casa Moderna " con R. Gatto, M. Negri, G. Renzi e G. Amato e, sotto la sua direzione artistica, realizza il primo disco di Daniele Luttazzi "Money for Dope". Partecipa con la formazione Jazz Fantasy al Festival Mitteleuropeo di Bolzano e al Festival di Bergamo. Con B. Casini partecipa al festival di Arezzo. Con la big band di G. Basso, ospite J. Whigham, suona al festival di Avigliana. Incide dal vivo un tributo a B. Martino in chiave jazz voluto e realizzato dal polistrumentista L. Zanellato.

 

2004: si esibisce con L. Konitz e la Bansigu Big Band, con l'orchestra di A . Martelli per il primo anno al Gran Galà del Cinema di Busto Arsizio, in quintetto con il sassofonista B. Shank nella sua unica apparizione italiana. Registra una puntata di Superquark con l'orchestra di G. Basso. Partecipa al Festival del Mediterraneo con J. Girotto e L. Biondini sotto la direzione di P. Silvestri e a moltissimi altri festival con il quintetto di G. Tommaso.

 

2005: con G. Casati guida l'All-Star Quintet con ospite T. Mann. Si esibisce per il secondo anno con l'orchestra di A. Martelli al Gran Galà del Cinema che ospita F.F. Coppola. Partecipa con il quintetto di G. Tommaso a Umbria Jazz in Australia, al festival jazz di Acqui Terme insieme al trombonista J. Whigham, alla Notte Bianca di Roma con E. Pieranunzi, F. Bosso, J. Girotto, D. Rea e altri, sotto la direzione di M. Nunzi.

 

2006: continua la sua attività con J. Girotto e L. Biondini sotto la direzione di P. Silvestri. E' primo trombone nell'Orchestra Sinfonica Regionale dell'Emilia Romagna A. Toscanini in un progetto misto che vede protagonisti l'orchestra stessa e il quintetto di E. Rava con la direzione di P. Silvestri. Si esibisce con il proprio quartetto italo-francese in numerosi festival anche di musica classica, con la neonata Torino Jazz Orchestra diretta da G. Basso in occasione dei mondiali di scherma tenutisi a Torino, al festival di La Spezia col quintetto di G. Tommaso ospite J. Lovano.

 

2007: dirige la Bansigu Big Band in numerosi festival. Come membro della Torino Jazz Orchestra ha modo di esibirsi con una quantità di ospiti stranieri fra i quali D. Goykovich, G. Robert, S. Everett; e con Dee Dee Bridgewater in due concerti che vedono la TJO insieme alla Filarmonica '900 del Teatro Regio. Incide con J. Girotto e L. Biondini sotto la direzione di P. Silvestri, registra parte delle musiche e gira alcune scene dell'ultimo film di M.T. Giordana, "Sangue Pazzo", con protagonisti M. Bellucci e L. Zingaretti. Collabora con R. Zegna e J. Rimmer per numerose date dello spettacolo "Marilyn Monroe in Jazz". Partecipa alla rassegna internazionale "Settembre Musica" con la Torino Jazz Orchestra.

 

2008: segue l'attività del cantante A. Balducci in qualità di trombonista, trombettista, flicornista e arrangiatore. Con la Torino Jazz Orchestra e la Filarmonica '900 unite suona al Teatro Regio di Torino con le New York Voices. Con la sola Torino Jazz Orchestra partecipa poi a vari festival che vedranno avvicendarsi, in qualità di ospiti, T. Harrell, V. Ponomarev, D. Goykovich e T. De Piscopo e alla nuova edizione di Settembre Musica (Mito). Si esibisce come membro del gruppo allargato di E. Rava e sotto la direzione di P. Silvestri al festival di Saluzzo. Partecipa col proprio gruppo a vari festival e prosegue la sua attività di direttore e arrangiatore della e per la Bansigu Big Band.

 

2009: con la Torino Jazz Orchestra e la Filarmonica '900 unite suona al Teatro Regio di Torino con U. Caine. Come membro del quintetto di G. Tommaso partecipa al festival di Busseto. Insieme ad A. Tofanelli, C. Atti, M. Guidolotti e altri è presente in qualità di solista nel vol. 12 della collana "La Grande Storia del Jazz" realizzata e coordinata da M. Nunzi e pubblicata dal gruppo editoriale L'Espresso-Repubblica. Incide in qualità di trombonista, trombettista e flicornista con V. Manni e I Mambassa. Sotto la direzione di M. Nunzi, insieme a F. Sferra, M. Tamburini, G. Falzone, M. Negri, G. Mirabassi, G. Guidi e altri, partecipa alle repliche dello spettacolo "Calvino reloaded" interpretato da E. Iacchetti e con musiche dello stesso Nunzi. Con la Torino Jazz Orchestra partecipa a vari festival e alla nuova edizione di Settembre Musica (Mito) sotto la direzione di D. Goykovich.

 

2010: partecipa a "Jazz for Haiti", una volta a Genova e due volte a Torino. E' primo trombone dell'orchestra di P. Silvestri che propone il suo progetto "Requiem felice per la morte del razzismo". Partecipa alla realizzazione dell'ultimo progetto discografico di G. Di Lella che vede protagonisti, fra gli Altri, D. Kikoski, A. Nussbaum, T. Harrell, B. Mintzer e P. D'Rivera. Partecipa al festival internazionale "Linguaggi Jazz" con una doppia formazione a suo nome che lo vede impegnato in qualita' di trombonista, trombettista, compositore ed arrangiatore. E' a Roma per il grande concerto organizzato all'Auditorium per la presentazione del nuovo libro di A. Mazzoletti "Il Jazz in Italia". Suona al Ronnie Scott's a Londra con E. Zirilli, H. A. Jennings, A. King, S. De Kroom e altri. Partecipa al festival jazz di Avigliana con la Torino Jazz Orchestra con ospiti D. Goykovich, D. Glasser e D. Piana e al festival di Lanzo "Jazz around the clock" con la sua formazione L.B. Fun Quintet in qualità di trombettista.

 

2011: incide con il gruppo Unit 5 del contrabbassista M. Rolff. Svolge un'intensa attività concertistica col suo L.B. Young Quartet, per il quale produce anche una considerevole quantità di brani originali, e con la Torino Jazz Orchestra, con cui è presente, in particolare, al Gruvillage Festival di Grugliasco con ospite T. De Piscopo, al festival di Avigliana con ospite P. Jeffrey e con un repertorio espressamente dedicato a Illinois Jacquet e a Mito, in un concerto congiunto con la Civica Big Band di Milano. Partecipa al Percfest con una formazione guidata da P. Silvestri che ha come interprete principale B. Casini e al festival di Lanzo "Jazz around the clock". E' in tour con D. Glasser per alcune date italiane. E' ospite di R. D'Aiello al Ronnie Scott's a Londra e di R. De Souza, R. Taufic ed E. Zirilli al Pizza Express, sempre a Londra. Dirige la big band degli studenti del Centro Jazz Torino per Mito.

 

2012: col gruppo Unit 5 presenta il nuovo disco "More Music" alla Feltrinelli di Genova e di Torino e si esibisce in vari concerti. E' impegnato in numerosi concerti col suo L.B. Young Quartet, la G. Petrini Big Band, l'orchestra di R. Zegna, impegnata nell'esecuzione filologica del repertorio di D. Ellington e la Bansigu Big Band. Dirige la big band degli allievi del Centro Jazz in tre concerti tenutisi al Cecchipoint a Torino sotto la direzione artistica di Arcote. Si esibisce con D. Warwick come membro della Torino Jazz Orchestra all'interno del Torino Jazz Festival. E' uno dei relatori al Salone del Libro di Torino per il libro "Stranieri alla Terra" di F. Tuena che dedica un'ampia parte alla vicenda di B. Beiderbecke. Partecipa al festival di Lanzo "Jazz around the clock" col gruppo SMS del contrabbassista Y. Rossignol in qualità di trombettista. Partecipa a Mito con la TJO e con un quintetto guidato insieme a S. Calcagno.

 

2013: si esibisce ripetutamente e con varie formazioni al Jazz Club Torino. Dirige la neonata Big Band Theory, l'orchestra degli studenti di Arcote, in diversi concerti e con la setssa realizza anche un'incisione. Partecipa alla rassegna "Cantieri Sonori" col suo L.B. Young Quartet con ospite M. Tamburini. Partecipa all'Anteprima del Torino Jazz Festival organizzata da Arcote in qualità di direttore di BBT e in duo con S. Di Gennaro. Partecipa al Torino Jazz Festival col la G. Petrini Big Band e col gruppo SMS di Y. Rossignol. Con la GPBB si esibisce anche con A. Ruggiero.

 

Sono anche numerosissime le sue partecipazioni a programmi televisivi RAI e per il gruppo Fininvest (poi Mediaset) come membro dell'orchestra ritmica della RAI di Milano e della GiDiBand diretta da G. D'Aquila.

 

Ha inoltre collaborato con:

Jimmy Owens, Scott Hamilton, Bob Mover, Steve Grossman, Bob Wilber, Andy McGhee, Marcus McLaurine, Sylvia Cuenca, Don Friedman, Mark Murphy, Jerry Bergonzi, Hal Crook, Mick Goodrick, Joe Diorio, Dave Santoro, Harold Jones, Jim Hughart, Plas Johnson, Cleo Laine, Barry Ries, Paolo Fresu, Gianluigi Trovesi, Franco d'Andrea, Marcello Rosa, Pietro Tonolo, Flavio Boltro, Tino Tracanna, Massimo Urbani, Francesco Cafiso, Antonio Faraò, Piero Leveratto, Nicola Muresu, Fabrizio Bosso, Daniele Scannapieco, Piero Odorici, Dado Moroni, Mario Rusca, Giampiero Prina, la Jazz Anbassadors Big Band e innumerevoli altri.

 

Colonne sonore realizzate in qualità di strumentista per cinema e televisione:

Cinema:

Il cosmo sul comò (di Marcello Cesena, 2008)

Carnera (di Renzo Martinelli, 2008)

Il mattino ha l'oro in bocca (di Francesco Patierno, 2008)

Complici del silenzio (di Stefano Incerti, 2008, nomination ai Nastri d'argento 2009, Premio FICE 2009)

Si può fare (di Giulio Manfredonia, 2008, nomination al David di Donatello 2009 e nomination ai Nastri d'argento 2009, Ciliegia d'oro 2009, Golden Graal 2009, Premio FICE 2009)

Barbarossa (di Renzo Martinelli, 2009)

Box Office 3D (di Ezio Greggio, 2011)

Il peggior Natale della mia vita (Alessandro Genovesi, 2012)

All'ultima spiaggia (Gianluca Ansanelli, 2012)

TV:

Anna e i 5 (di Monica Vullo, 2008, miniserie TV per Canale5)

L'ispettore Coliandro 2 (dei Manetti Bros., film TV per RAI2, 2008)

L'ispettore Coliandro 3 (dei Manetti Bros., film TV per RAI2, 2009)

Moana (di Alfredo Peyretti, 2009, miniserie TV per SKY Cinema)

L'ispettore Coliandro 4 (dei Manetti Bros., film TV per RAI2, 2010)

I delitti del cuoco (di Alessandro Capone, miniserie TV per Canale5, 2010)

Il nostro amico Walter (di Enzo Monteleone, film TV per RAI1, 2011)

Un Natale per due (di Giambattista Avellino, film TV per SKY Cinema 1, 2011)

 

Contatti

Via Cuneo 43G - 10152 Torino

Tel. 0112876512 dal lunedì al venerdì, dalle 17.30 alle 19.30

Tel. 3357569913 - 3921146688, dal lunedì al venerdì, dalle 16.30 alle 20.30

info@arcote.com