Batteria

ALESSANDRO MINETTO

 

Batterista Jazz nato ad Alessandria il 23 /6/69 comincia gli studi di batteria all'età di 15 anni seguendo le lezioni dei maestri Alberto Bucci, Giorgio Gandino e poi Marco Volpe.

Comincia l'attività professionale all'età di 22 anni con orchestre da ballo e all'età di 25 anni intraprende la carriera di musicista jazz.

Dal '94 ad oggi, si è esibito dal vivo in in Olanda, Brasile, Viet Nam,  Francia, Inghilterra, Germania, Austria, Turchia, Svizzera, Etiopia e in tutt'italia.

Si è esibito in numerosi festival tra i quali:  Il London Jazz Festival, Il Jvc Festival di Torino, Villa Celimontana, Ha-Noi European Jazz Festival 2002 (Viet Nam), Iseo e Clusone, Aosta , Eurojazzfestival di Ivrea, Brescia, Valtellina Jazz, Udin&Jazz, Terninjazzfest per citarne alcuni,  e in numerosi teatri e club europei di prestigio tra cui Il Ronnie Scott's di Londra (recentemente con il grande Steve Grossman), Il Duc Des Lombardes di Parigi, Blue Note di Milano e il Bimhuis di Amsterdam.

Ha suonato dal vivo con:

Lee Konitz, Ronnie Matheus, Bud Shank, Benny Golson, Steve Grossman, Michelle Hendrix, Bruce Forman, Larry Shneider, Peter King, Jesse Davis, Donald Braden, Dena De Rose, Jimmy Cobb, Scott Hamilton, Kelvin Sholar, Monk Liberation Front, Jonathan Gee, Steve Rose, Tony Kofee, Ed Jones, Orphy Robinson, Ed Howard, Ben Hazilton, Mikka Millari, George Garzone, Eric Alexander, Antonio Ciacca, Dusko Goicovic, Renato Sellani, Fabrizio Bosso, Francesco Cafiso, Gianluca Petrella, Piero Odorici, Giampaolo Casati, Marco Tamburini, Satefano Cantini, Alessio Menconi, Torino Jazz Orchestra, Dado Moroni, Gerard Klein, Barend Middelhoff, Rachel Gould, Pietro Ciancaglini, Paolo Benedettini, Fulvio Albano, Bebo Ferra, Andrea Dulbecco, Francesca Sortino,  Robert Bonisolo, Franco cerri, Stijepko "Steve" Gut, Damon Brown, Phil Guy, Kay Foster Jackson, Gilad Atzmon, Michael Rosen, Garrison Fewell, Walter Weiskopf, Gaetano Partipilo, Fabio Morgera,  Alberto Marsico, Andy Gravish, Kail Gregory, Pierre Christophe, Maurizio Giammarco, Tom Kirkpatrick, Gianni Basso, Emanuele Cisi, Antonio Faraò, Furio Di Castri, Ares Tavolazzi, Paolino dalla Porta,  Gianni Coscia, Pietro tonolo, Danilo Gallo, Rosario Bonaccorso, Marco Micheli, Paolo Birro, Renato Chicco, Stefano Battaglia, Skip Mc. Donald, Jimmy Villotti, Simona Premazzi, Daniele Scannapieco, Gaetano Partipilo, Guido Di Leone, Danilo Memoli, Andrea Pozza, Claudio Fasoli, Aldo Zunino, Roberto Cecchetto, Marco Vaggi, Maurizo Nunes Caldura, Bruno Marini, Luigi Bonafede, Riccardo Zegna, Carlo Atti, Maria Pia De Vito, Luigi Tessarollo, Aldo Mella, Riccardo Ruggieri, Paolo Porta, Alessandro Maiorino, Stefano Calcagno, Luca Begonia, Roberto Rossi, Claudio Chiara, Fulvio Chiara, Lorenzo Petrocca, Alfredo Ponissi, Giacomo Aula, Melissa Stott, Francesco Nastro, Antonio Zambrini, Nicola Muresu, Guido Canavese, Aldo Rindone, Andrea Allione, Giorgio Licalzi,  Massimo Cartello, Marco Pezzutti, Marco Tardito, Roberto Regis e molti altri.

-All'età di sedici anni esegue concerti in ambito cittadino e in alcune città del nord ovest italiano con importanti formazioni rock underground. In quell'ambiente incomincia ad avvicinarsi al jazz.

-Nell'89 presta servizio militare nella fanfara della Brigata Alpina Taurinense dove conosce alcuni dei musicisti jazz che hanno contribuito alla sua formazione e con i quali collabora tuttora.

-nel '93 ad oggi, collabora con il saxofonista Fulvio Albano grazie al quale verrà in contatto con molti musicisti affermati e si esibirà in numerosi club e festival.

-Nel 1994 esordisce ufficialmente in ambito Jazz al festival jazz di Orcieres Merlette (francia) al fianco del giovane Fabrizio Bosso, il saxofonista Fulvio Albano, il chitarrista Luc Fenoli e del contrabbassista Aldo Mella.

In seguito inizia una duratura collaborazione e con il trombettista Giorgio Li Calzi, col quale ha partecipato a alcuni importanti festival ed all’incisione di tre dischi in uno dei quali (la Nuit Americaine) è ospite Franco D'Andrea .  Nello stesso periodo viene ingaggiato dal chitarrista Dario Lombardo per una tournée in Italia e germania col cantante ed chitarrista blues  Phil Guy.  Milita in numerose formazioni jazz torinesi tra cui il primo trio del pianista Giacomo Aula con il quale accompagnerà il noto saxofonista Larry Shneider per una serie di concerti e collabora sporadicamente con musicisti dell'area milanese, tra questi ultimi vi sono: Pepe Ragonese (nel cui quintetto suonerà per circa tre anni), Giulio Loglio (che lo ingaggerà nel suo trio) e Antonio Zambrini, pianista di spicco del suo primo ed unico gruppo durato tre anni in veste di leader che annovera tra le tante esibizioni un ingaggio di una settimana al JVC Jazz Festival di Torino nel '98.

- Dal 1996 al 2000 la sua attività si intensifica ed ha la fortuna di suonare con nuovi ed importanti musicisti. Accompagna ripetutamente il sassofonista Gianni Basso, viene chiamato prima dal pianista Riccardo Zegna (col quale collabora tuttora) a far parte del suo sestetto “Jazz on six” con cui rimane per tutto il 1996, e sporadicamente dal pianista Antonio Faraò.

Fa parte del gruppo free jazz "taughtless soundtrack" con il quale si esibisce al festival Jazz & Co di Como.

- Dal 1996 collabora come musicista al progetto di seminari musicali nelle scuole superiori di Torino, “Le Chiavi della Musica”, ideato dal giornalista e docente Marco Basso e finanziato dal Comune di Torino

-Nel '97 Iniza la collaborazione, tuttora in corso, con il chitarrista Luigi Tessarollo eseguendo numerosi concerti in festival e club italiani sia in trio che con ospiti come: Ares Tavolazzi, Maurizio Giammarco, Rachel Gould.

-nel '98Incontra il pianista Renato Chicco con cui inizia una lunga collaborazione in trio col bassista Alessandro Maiorino, che accompagnerà musicisti del calibro dell' altista Peter King, del trombettista Andy Gravish e della grande cantante Michele Hendricks.

-Nel '99 fa parte del trio del chitarrista Andrea Allione e di quello del Saxofonista Giulio Loglio con i quali eseguirà concerti lungo tre anni circa.

-Nel 2001 incontra il pianista Antonio Ciacca ed entra a far parte di alcune sue formazioni dal trio al quintetto. Con lui accompagnerà grandi artisti come: Donald Braden, Benny Golson, Steve Grossman, Chara Arnette, Giampaolo Casati e altri artisti italiani,  in numerosi festival e club nazionali.

-Nel 2002 collabora con la cantante Francesca Sortino col cui quintetto compie alcune tourneé che toccano anche Svizzera e Austria, incide nel 2003 il disco “Kiss me” per la Sugar, ospiti il chitarrista Sandro Gibellini ed il trombettista Cicci Santucci ed è invitato in Etiopia dall’Istituto di Cultura Italiana per una serie di concerti.

-Dal 2003 ad oggi ha un'intensa collaborazione con il saxofonista olandese Barend Middelhoff con il quale incide quattro dischi come sideman ed esegue numerosi tour in Italia e  Olanda in varie formazioni di vari leader: Guido Di Leone Quartet, Paola Arnesano, Michelle Hendrix, Barend Middelhoff trio/quartet, Renato Chicco, Amsterdam/Roma quartet.

-Con il gruppo "Gee, Gallo Minetto" dal 2004 al 2006  è stato in tourne sette volte di cui tre in Italia e quattro nel Regno Unito,  esibendosi in clubs e festivals In Inghilterra, Scozia, Galles e in Irlanda e ha registrato il cd "Cream of Mandarins" votato "album of the week" dal quotidiano The Guardian.

Nello stesso periodo inizia il sodalizio con il bassista Paolo Benedettini con il quale realizza numerose tournee (dal 2004 al 2006) con il trombettista Serbo/Statunitense Steve Gut a seguito della rgistrazione del cd "Something Special" che ha le più che positive liner notes del grande Clark Terry. La sezione ritmica Benedettini/Minetto, attiva tuttora, viene ingaggiata sporadicamente o stabilmente per concerti e registrazioni, da numerosi giovani artisti e da musicisti di rilievo come: Steve Grossman, Bud Shank, Piero Odorici (2007 tour con Ronnie Matheus), Barend Middelhoff, Alice RIcciardi, Roberto Tarenzi, Guido Di leone (dal 2006 ad oggi), Paola Arnesano, Michelle Hendrix,  Nico Menci, Francesca Sortino, Riccardo Arrighini, Jimmy Villotti, Kelvin Sholar e altri ancora.

-Con Il gruppo "Amsterdam-Roma", In Olanda, ha registrato in cd "the Long Journey", al termine di un tour di dieci giorni nel febbraio del 2006.

-Nel 2007 entra nella rosa dei sostituti ufficiali degli elementi del  quartetto del saxofonista Francesco Cafiso e viene a tale scopo ingaggiato dall'importante agenzia spettacoli MGM. Si esibisce con il quartetto in questione in numerosi festival jazz italiani di rilievo.

Nello stesso anno collabora con la chitarrista americana, docente alla Berklee School di Boston, Sheryl Bailey, e organizza due brevi tour con ospite il saxofonista Emanuele Cisi.

-Con Steve Grossman svolge dal 1999 un' attività concertistica che si è via via inensificata, nell'estate del 2008 esegue numerosi concerti con lo "Steve Grossman Two Tenors Quintet" in vari festival italiani e per tre giorni consecutivi (17 e 18 luglio) al Ronnie Scott's di Londra con l'aggiunta del trombettista Damon Brown.

-Nell'inverno del 2008 intensifica la sua attività di musicista jazz free lance, sovente richiesto da giovani musicisti di talento. Inoltre consolida il progetto del trio con il saxofonista  Paolo Porta (con il quale collabora da 1990) e il bassista romano Mauro Battisti  con i quali  lavora alla creazione di arrangiamenti e sperimentazioni che compongono il repertorio originale del gruppo che nello stesso anno realizza un breve tour e numerosi concerti.

Dal 2005 al 2008 intensifica la collaborazione con la Big Band di Gianni Basso (attuale Torino Jazz Orchestra) .

- Dalla seconda metà del 2008 alla fine del 2010 è direttore artistico del jazz club Le Ginestre di Torino. Ne coordina sia il programma dei concerti che la Jam session, importante appuntamento e punto di riferimento per i nuovi talenti torinesi che hanno avuto modo di cimentarsi sul palco al fianco di veterani del jazz cittadino.

Dal 2009 coordina la dam session del Jazz Club Torino nella quale ruotano le migliori sezioni ritmiche Torinesi ospitando solisti di altrettanto spessore, per lo più piemontesi. Occasionalmente la dam session ha ospitato artisti provenienti da altri luoghi come l'ormai newyorkese pianista Simona Premazzi e la pianista/cantante romana Silvia Manco.

- Tra il 2010 e il 2011 gli viene affidata la direzione artistica dei concerti jazz presso la filiale di CheBanca! di via Dante di Nanni a Torino. La rassegna ha avuto tra gli altri, ospiti illustri come Febrizio Bosso, Rob Sudduth, Mattia Cigalini, Alberto Marsico, Andrea Lombardini.

- Negli anni a seguire lavora come sideman freelance con vari artisti di rilievo tra cui Bud Shank, Lee Konitz, Ronnie Matheus, Steve Grossman e continua la collaborazione con Barend Middelhof. Recentemente ha fondato il trio Spiritual con Fabrizio Bosso e Alberto Marsico, il CD uscito a settembre 2011 è un tributo alla musica Gospel ed é distribuito in Germania e Giappone;  in Italia, non è distribuito per scelta strategica del''agenzia ed è disponibile solo durante i concerti.

-Tra il 2011 e il 2012 Il trio Spiritual tiene numerosi concerti Il club rassegne e festival di rilievo grazie alla supervisione e al lavoro dell'agenzia US arte di Giovanna Mascetti, manager del gruppo. Il cd del gruppo ha un notevole riscontro di vendite durante i concerti.

Nello stesso periodo, Minetto entra a far parte del quartetto dell'organista Alberto Gurrisi con il quale lavora alla preparazione di un repertorio originale in collaborazione con il Saxofonista Gianni Denitto e il giovane talento del trombone jazz Humberto Amesquita. Una volta pronto, Il gruppo ottiene in breve tempo una ventina di piccoli ingaggi e uno decisamente importante al festival di Roccella Jonica con notevole riscontro da parte del pubblico.

- Nel 2013 proseguono le collaborazioni avviate negli anni precedenti tra cui, degna di nota, quella con la pianista americana Dena De Rose. in questo periodo Alessandro Minetto accompagna come sideman importanti saxofonisti americani quali: Rob Sudduth, George Garzone (Due Laghi Jazz Festival, Avigliana) e Eric Alexander (Rassegna "To be Jazz, Bologna) e registra un cd con il saxofonista dell'area Blues, Sax Gordon. Prosegue anche la collaborazione con il trombettista Pepe Ragonese con il quale registra il cd "Sweet Soul Mood" (A-Beat records). Si aggiunge un nuovo progetto e realizzazione del relativo cd a nome del famoso chitarrista italiano Alessio Menconi e la registrazione di Purple, il secondo cd del gruppo SPIRITUAL di Fabrizio Bosso con l'organista Alberto Marsico; la promozione di questo cd uscito per l'etichetta "Verve / Universal" inizia con un tour che impegna tutto il mese di dicembre e comprende date in germania e svizzera, apparizioni televisive (Repubblica tv, Radio 2 Rai, Roxy Bar, RMC), interviste radiofoniche e culmina con quattro concerti sold-out ad Umbria Jazz Winter ad Orvieto, con un notevole riscontro da pubblico, critica e colleghi. Nello stesso periodo il gruppo suona al Blue Note di Milano per la seconda volta tutto esaurito. Il cd realizza un record di incassi, nel maggio del 2014, dopo alcune date italiane, Spiritual si esibisce al Blue Note di Tokyo.

Nello stesso anno Alessandro Minetto accompagna come sideman importanti saxofonisti americani quali: George Garzone (Due Laghi Jazz Festival, Avigliana) e Eric Alexander (Rassegna "To be Jazz, Bologna).

-tra il 2013 e il 2015prosegue l'attività concertistica con il gruppo Spiritual e incide sei nuovi cd come sideman ed esegue con le relative band vari concrei per la loro promozione.

*dal 2008  è Testimonial ed Endorser di importanti marchi di strumenti musicali quali:  Istambul Agop e Ideas For Drummers.

2)titoli accademici e delle esperienze professionali in campo didattico

Studi accademici:

- Licenza Media

- Attestato di qualifica professionale del corso D.G.R. 8239 del 25/08/94 MUSICISTA JAZZ E DERIVAZIONI CONTEMPORANEE, rilasciato dalla Regione Toscana ai sensi delle norme: legge 21 dicembre 1978 n. 845 (art.14), legge Regionale 31 agosto 1994 n.70 (art.11)

Studi privati:

- Ha completato i corsi di batteria del Percstudio di Torino c.so Turati 10/c con i Maestri Giorgio Gandino e Marco Volpe

- Ha partecipato come allievo ai seminari  Umbria Jazz Clinics nel 1990 studiando batteria con i Maestri Arvin Scott e Marcello Pellitteri

- Ha seguito seminari di batteristi jazz di chiara fama quali: Max Roach, Roy Haynes, Bob Moses e Roberto Gatto

- Ha preso lezioni private a scopo di aggiornamento e specializzazione dai seguenti batteristi: Bruno Astesana, Francesco Sotgiu, Manhu Roche, Enzo Zirilli, Owen Hart, Tony Arco, Gaetano Fasano, Bruce Becker, Eric Mc Pherson.

Esperienze professionali in campo didattico:

-Seminari e laboratori musicali sul Jazz con il gruppo di Alfredo Ponissi nelle scuole superiori di Milano e Provincia (dal 1992 al 2000)

- E' stato docente della classe di batteria presso la Scuola di Musica della Val Pellice da 1997 al 1999

- Dal 2000 al 2003 ha insegnato batteria Presso la Scuola Artesuono di Chieri

- Dal 2004 al 2006 ha insegnato batteria Presso la Scuola Euterpe di Chieri

- Ha lavorato come assistente e traduttore per:

 Il batterista Stephen Keogh alle le clinics dell'Appennino Music Festival nel 2002 e nel 2003 anno in cui è stato anche docente di musica d'assieme della classe di 1° livello.

 Il batterista Sangoma Everett alle clinics del Due Laghi Jazz festival di Avigliana nel 2002.

 Il batterista capo dipartimento di percussioni alla Bercklee School, Ron Savage, presso le clinics di Umrbia Jazz nel 2005 e nel 2006.

- Ha tenuto seminari di batteria jazz presso la scuola "Il Pentagramma" di Bari e a Dublino durante la "jazz week" organizzato dal Trinity College.

- Dall'anno scolastico 2010/11 ad oggi, è docente di batteria jazz presso i Corsi di Formazione Musicale della città di Torino.

- Dall'anno scolastico 2011/2012 ad oggi è docente presso il Centro Didattico Musicale Italiano di Moncalieri.

-Nell'anno scolastico 2013/2014 e 2014/2015 ha preso parte ad un progetto del Centro Didattico Musicale Italiano riguardante l'insegnamento della musica nelle scuole elementari, tenendo lezioni concerto e dirigendo ensamble di percussioni con ragazzi da 8 a 12 anni.

-Negli ultimi due anni ha impartito a sua volta lezioni private di perfezionamento ad alcuni dei nuovi professionisti della batteria jazz italiani.

 

 


Contatti

Via Cuneo 43G - 10152 Torino

Tel. 0112876512 dal lunedì al venerdì, dalle 17.30 alle 19.30

Tel. 3357569913 - 3921146688, dal lunedì al venerdì, dalle 16.30 alle 20.30

info@arcote.com